DIRIGENTI SCOLASTICI

Ricordiamo che l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di pubblicare i dati relativi ai redditi e al patrimonio personale proprio e del coniuge e dei parenti, qualora gli stessi siano d’accordo, è previsto dalla legge n. 192/2012, cui è seguito il decreto legislativo 33/2013, attuativo della legge medesima. Il decreto legislativo n. 97/2016 ha, poi, esteso il citato obbligo a tutti i dirigenti della pubblica amministrazione, dirigenti scolastici compresi.

Secondo il sindacato guidato da Sinopoli, le scuole hanno soltanto l’onere di comunicare i dati richiesti dall’Amministrazione, cui spetta poi il compito della pubblicazione.

Sulla questione è intervenuta anche l’Associazione Nazionale Presidi (ANP), tramite un’apposita lettera inviata al Presidente Nazionale Anticorruzione, nella quale si tratta un altro aspetto legato alla suddetta pubblicazione.

Secondo l’ANP, la pubblicazione dello stato patrimoniale dei dirigenti scolastici, ai sensi dell’art. 14 del decreto legislativo n. 33/2013, può avvenire soltanto dopo l’adozione delle Linee Guida recanti “Indicazioni sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute dal d.lgs. 33/2013 come modificato dal d.lgs. 97/2016” e non entro il 23 dicembre come potrebbe intuirsi.

File: 

Image: 

Categoria della newsletter: