SPORTELLO PAROLINI: LE STAGIONI DEL GIARDINO

Creare, presso il Giardino Parolini, un servizio didattico permanente, una sorte di “sportello” e di “archivio di buone pratiche replicabili”, con speciale attenzione alla costruzione di processi cognitivi
Come verra’ messa in pratica
1.Tutti gli incontri avverranno nel Giardino Parolini, utilizzando come eventuale aula d’appoggio l’aula di scienze presso l’adiacente scuola Mazzini.
2.Ogni incontro seguirà una doppia modalità di svolgimento:
  • eseguire simulazioni didattiche su attività programmate in base alle manifestazioni stagionali osservabili (vedi a seguire il calendario-programma) e integrarle con note didattiche;
  • offrire un servizio consulenza su necessità che verranno espresse dai partecipanti volta per volta.
3.La sequenza degli incontri seguirà dal vero le manifestazioni stagionali di alberi ed erbe spontanee, simulando attività che potranno essere replicate nei propri cortili. Solo “provando assieme con servizio tutor” ciascun insegnante potrà valutare l’interesse/fattibilità per la propria classe e capire come tarare in base all’età degli alunni ed alla propria programmazione curriculare.
4.Tramite gli incontri e le attività simulate (didattica collaborativa), verranno realizzati e validati materiali appositi (poi utilizzabili nei propri cortili) che saranno messi in rete.
Destinatari e numero adesioni
Insegnanti di ogni ordine e grado, fino ad un massimo di 40 adesioni
Calendario-programma
1.Gli argomenti sotto riportati sono individuati a titolo indicativo, non si esauriranno nel singolo incontro e verranno ripresi più volte in base alle trasformazioni stagionali di alberi ed erbe osservabili dal vero.
2.Come detto sopra, in ogni incontro ci sarà spazio e tempo per richieste, consulenza, necessità ecc
3.Tutti gli incontri avranno medesimo orario (16.30-18.30) e ritrovo presso l’ingresso della scuola Mazzini
Venerdì 27.01.2017 (16.30-18.30). Primo incontro - L’albero d’inverno
Verranno fatte dal vero le osservazioni di partenza per le successive osservazioni stagionali (come si presentano gli alberi d’inverno, prima di subire le trasformazioni stagionali) e saranno impostati i controlli periodici per i mesi successivi (su rami di alberi scelti preventivamente - es. nocciolo - e su una griglia di aspetti - es gemme e altro - con metodologia facilmente replicabile su alberi del proprio cortile).
Venerdì 10.02.2017 (16.30-18.30). Secondo incontro - Come si imposta una classificazione delle foglie.
Verranno raccolte/consegnate foglie (sempreverdi, data la stagione) per imparare ad impostare una classificazione (dal vero, foglie alla mano, NON sul libro) e capire le modalità d’uso di criteri diversi.
Venerdì 24.02.2107 (16.30-18.30). Terzo incontro - Come utilizzare logica e strumenti matematici
1.Ad inizio incontro, la passeggiata al Giardino permetterà il controllo dal vero su ciò che potrebbe già essere avvenuto nei rami degli alberi prescelti e segnati (vedi primo incontro)
2.Successivamente, sempre con esercitazioni di foglie alla mano (ancora sempreverdi, data la stagione), verranno simulate esperienze per utilizzare alcuni strumenti matematici (relazioni e corrispondenze, tabelle doppia entrata, insiemi, serie, diagrammi di flusso, misurazioni…….).
Venerdì 10.03.2017 (16.30-18.30).  Quarto incontro – Comparsa delle erbette annuali spontanee e l’osservazione della trasformazione fiore-frutto.
Verranno raccolte e osservate alcune erbette annuali a comparsa e ciclo primaverile. Presenti ovunque, se pur piccole, sono opportunità unica per capire lo sviluppo di un’erba, la comparsa del fiore e la trasformazione del fiore in frutto (anche dell’ovulo in seme - tutto in tempo reale).
Venerdì 24.03.2017 (16.30-18.30). Quinto incontro -  Comparsa dei “coni” nelle “Conifere”, come mettere ordine e distinguere. Come si danno i nomi alle piante (dialettale, comune, scientifico)
1.Ad inizio incontro, la passeggiata al Giardino permetterà il controllo dal vero delle trasformazioni già avvenute negli alberi prescelti e segnati (vedi primo e terzo incontro).
2.Successivamente verranno osservata la presenza e lo sviluppo dei “coni”, le strutture sessuali delle Conifere (da cui il nome, “portatrici di coni”). Ciò permetterà di caratterizzare questo gruppo sistematico attraverso la presenza in Giardino di specie rappresentative. Allo stesso tempo, tramite ciò verranno introdotti i concetti d’uso dei nomi delle piante.
Venerdì 31.03.2017 (16.30-18.30). Sesto incontro – Comparsa dei fiori negli alberi, osservazione delle tre modalità di riproduzione sessuata nelle piante
Tramite l’osservazione della comparsa dei fiori negli alberi (fiori intesi come strutture riproduttive), sarà possibile inquadrare, con esempi sempre dal vero direttamente osservati, le modalità di riproduzione delle piante (a sessi separati, monoiche e con fiori ermafroditi).
Venerdì 28.04.2017 (16.30-18.30). Settimo incontro – Comparsa delle foglie sugli alberi, come lavorarci (raccogliere ed essiccare in un erbarietto, trovare simmetrie, fare misurazioni, scoprire variabilità ecc)
1.Ad inizio incontro, la passeggiata al Giardino permetterà il controllo dal vero delle trasformazioni già avvenute negli alberi prescelti e segnati (vedi primo, terzo e quinto incontro)
2.Successivamente verrà mostrata la tecnica per la formazione di un erbario scolastico e si mostrerà come questa raccolta possa servire ad osservare meglio alcuni aspetti conoscitivi delle foglie, quali variabilità, misurazioni ed altri aspetti geometrici.
Venerdì 12.05.2017 (16.30-18.30). Ottavo incontro - Riordino sulle classificazioni sia di foglie che di alberi
Tramite osservazioni dal vero di individui scelti ad hoc (soprattutto Querce, Leguminose e Conifere) sarà possibile riordinare due concetti fondamentali, ovvero la diversità tra classificazione delle foglie (intesa come raggruppamento di foglie in base a caratteri nelle forme) e classificazione delle piante (intesa come trovare parentele e gerarchie tra esseri viventi).
Venerdì 26.05.2017 (16.30 – 18.30). Nono incontro – Riepilogo e conclusioni
1.Ad inizio incontro, la passeggiata al Giardino permetterà il controllo dal vero delle trasformazioni già avvenute negli alberi prescelti e permetterà di trarre le conclusioni sull’esperienza svolta.
2.Successivamente, verrà fatto un riepilogo di quanto svolto, verrà fatto un esempio di test di valutazione apprendimento e verrà somministrato un questionario sul gradimento dell’iniziativa.

Categoria della newsletter: